articoli

articoli (40)

Politica Ambientale Calabra Maceri e servizi S.p.A.

Politica ambientale Calabra Maceri e Servizi S.p.A.
 

L’Amministratore Unico della Calabra Maceri e Servizi, in considerazione della crescente richiesta da parte del mercato di standard ambientali consolidati e convinto dei miglioramenti di immagine conseguibili con lo sviluppo di una cultura della qualità ambientale, ha deciso di mantenere attivo il Sistema di Gestione Ambientale conforme alle norme UNI EN ISO 14001:2015 e di estendere la certificazione al nuovo sito di contrada Lecco. E’, quindi, intendimento della Calabra Maceri e Servizi affrontare e risolvere le problematiche inerenti il perseguimento di tale scopo responsabilizzando in modo coordinato tutto il Personale che opera in Azienda. Obiettivo della Calabra Maceri e Servizi è fare in modo che tutte le attività vengano sviluppate in modo efficiente ed economico attivando un sistema di gestione ambientale improntato sui seguenti principi fondamentali :

·       miglioramento continuo delle prestazioni ambientali tenendo conto del progresso tecnico, della conoscenza scientifica e delle aspettative della collettività ;

·       impegno costante nella prevenzione dell’inquinamento attraverso operazioni di riduzione, recupero, riciclaggio e  sostituzione di materiali ed attraverso una maggiore  consapevolezza ambientale da parte dei dipendenti ;

·       conformità alla relativa legislazione e regolamentazione ambientale applicabile;

·       sviluppo di programmi ambientali che riflettano gli obiettivi e i traguardi definiti annualmente dall’alta direzione ;

·      costante determinazione nella ricerca degli aspetti/impatti ambientali legati all’attività, ovvero all’uso delle materie prime e delle risorse naturali, ai prodotti, ai processi, agli scarichi, alla contaminazione del suolo e ai rifiuti e conseguente individuazione delle modalità per minimizzare gli impatti ambientali significativi;

·      gestione degli impianti tenendo conto di un uso efficiente dell’energia ;

·      conduzione delle attività e gestione dei materiali privilegiando logiche di riutilizzo e riciclo dei materiali;

·      addestramento e sensibilizzazione del personale per una conduzione responsabile, “dal punto di vista ambientale”, delle loro attività;

·      comunicazione con i Clienti, i distributori, ed il pubblico al fine di favorire la sicurezza nell’uso, trasporto, stoccaggio ed eliminazione dei prodotti forniti.
 

L’Amministratore Unico della Calabra Maceri e Servizi, al fine di garantire che l'espletamento di tutte le attività ottemperi alla politica ambientale definita e soddisfi gli obiettivi fissati, ha nominato il “Rappresentante della Direzione per l’Ambiente” nella figura del Responsabile Gestione Ambientale e nella persona dell’Ing. Egidio Bencivenni, con l'incarico di monitorare l’applicazione del Sistema di Gestione Ambientale aziendale in funzione di quanto stabilito, in termini di efficacia ed efficienza.

Il Rappresentante della Direzione ha la libertà organizzativa e l’autorità necessaria ad assolvere i seguenti compiti :

- promuovere tutte le azioni necessarie per prevenire il verificarsi di situazioni non conformi   al Sistema di Gestione Ambientale aziendale,

- identificare e registrare ogni problema rilevante per l’ambiente,

- proporre, concordare ed avviare soluzioni attraverso i canali stabiliti,

- verificare l’attuazione delle soluzioni concordate e stabilite.

La Direzione esaminerà, in modo critico ed oggettivo, l'adeguatezza e l'efficacia nel tempo del Sistema di Gestione Ambientale attraverso esami periodici degli indicatori di prestazioni ambientali raccolti.
 
L’Amministratore Unico

 

 

White List - Prefettura di CS

Regolare iscrizione alla White List (Elenco dei fornitori, prestatori di servizi e esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa - Art. 1, commi dal 52 al 57, della Legge n° 190/2012; D.P.C.M. 18 aprile 2013) Sezione II: Trasporto, anche transfrontaliero, e smaltimento di rifiuti per conto terzi - Prefettura di Cosenza - Ufficio Territoriale del Governo

 

Visiona la White List

 
 

Monitoraggi e Verifiche

  • Emissioni
  • Scarichi
  • Verifiche enti terzi

Le nostre certifcazioni

  • Attestazione SOA rilasciata in data 06/05/2014 dalla società SOA IC S.p.A. autorizzata secondo il D.P.R. 34/2000 per la categoria OG 12 “Opere ed impianti di bonifica per la protezione ambientale” classifica IV.

  • UNI EN ISO 9001:2008 Certificazione Sistema Gestione Qualità secondo la norma, rilasciata dal  RINA in data 13/01/2015.

  • UNI EN ISO 14001:2004 Certificazione Sistema  Gestione Ambientale secondo la norma, rilasciata dal  RINA in data 15/09/2016.
  • BS OHSAS 18001:2007 Certificazione Sistema Gestione Sicurezza e Salute sul luogo di lavoro, rilasciata dal RINA in data 06/12/2016
  • SA 8000:2008 Certificazione Sistema gestione Responsabilità Sociale, rilasciata dal RINA in data 25/08/2016

Albo Trasporto Rifiuti

Autorizzazioni C.da Cutura

  • Integrazione  OCD 4977 con i codici attività (D13, D14, R3, R4): Ufficio del Commissario della Regione Calabria OCD  n° 5592 del 30/05/2006

Autorizzazioni C.da Lecco

  • Autorizzazione integrata Ambientale Impianto C.da Lecco, Giudizio di Compatibilità Ambientale (V.I.A.) e Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) (ai sensi del D.lgs 152/2006 e s.m.i.) per il progetto di "Modifica Sostanziale dell'A.I.A. già rilasciata con DDG n. 5441 del 07/05/2014 per l'Impianto di stoccaggio, deposito preliminare, messa in riserva e trattamento rifiuti localizzato nel comune di Rende (CS) nella zona industriale di C.da Lecco in via M. Polo"
  • Autorizzazione integrata Ambientale Impianto C.da Lecco, al deposito preliminare, ricondizionamento e raggruppamento preliminare, messa in riserva e cernita (codici attivita D15, D14, D13 R3, R4, R5 e R13) di rifiuti pericolosi e non: Regione Calabria AIA  n° 5441 del 07/05/2014

Decreto del fare

Nuove detrazioni del  50% anche per la rimozione eternit

 

    La detrazione del 50% sulle spese per gli interventi di ristrutturazione vale anche per la rimozione dell’eternit dagli edifici. Per questa tipologia di intervento valgono i criteri generali previsti dal bonus fiscale prorogato dal Decreto 63/2013 fino al 31 dicembre 2013. Dunque le spese per lo smaltimento di eternit, amianto o asbesto su edifici privati ad uso abitativo possono essere sottoposte alla detrazione entro un tetto massimo di 96 mila euro. Lo sgravio viene poi ripartito in 10 rate annuali, la prima scatta nello stesso anno di attuazione dell’intervento di bonifica.

 

    La rimozione del materiale cancerogeno è da considerarsi come intervento di ristrutturazione. Di conseguenza se, ad esempio, la rimozione dell’eternit avviene dal tetto della propria abitazione, essa non dovrà essere accompagnata da nessun altro tipo di intervento (sostituzione delle tegole, dei canali di scolo etc.) affinché abbia i requisiti per ottenere l’agevolazione fiscale del 50%.

 

    Ricordiamo che per dimostrare l’avvenuta esecuzione dei lavori e la spesa effettiva da sottoporre alla detrazione, si deve fare riferimento agli interventi riportati nel Documento di inizio attività (Dia). Se l’intervento si inquadra in un contesto di cantiere è obbligatorio comunicare alla Asl competente le informazioni sulla sicurezza. Nei condomini è l’amministratore a dover certificare il rispetto degli obblighi di legge sulla sicurezza. E’ importante, inoltre, che l’impresa che esegue i lavori conservi il consenso all’avvio dei lavori firmato dal proprietario dell’immobile oggetto dell’intervento.

 

    La detrazione del 50% vale per tutti gli interventi attuati dal 26 giugno 2013 al 31 dicembre 2013. A fare fede è la data di emissione del bonifico bancario o postale finalizzato al pagamento delle spese di intervento. Perché la detrazione sia valida, il bonifico deve indicare il codice fiscale del contribuente, la partita Iva dell’impresa che ha il compito di eseguire i lavori e i riferimenti alla legge che introduce le agevolazioni nella causale.

Rifiuti speciali

I rifiuti speciali si differenziano dai rifiuti urbani perchè solo un loro corretto conferimento e trattamento permette un’adeguato contenimento dei potenziali danni all’ambiente. Rientrano tra i rifiuti speciali quelli da attività agricole e agro-industriali, quelli derivanti da attività di demolizione, costruzione, da lavorazioni industriali e artigianali, da attività commerciali o di servizio nonché da macchinari, combustibili, veicoli a motore.

Cosa trattiamo:

Amianto, oli minerali esausti, filtri imbevuti d’olio, guaina bituminosa, batterie a accumulatori ecc..

Tali rifiuti non rientrano nelle ordinarie attività di raccolta, tuttavia rientrano nei servizi offerti dalla nostra azienda, che dispone di mezzi idonei e personale altamente qualificato sotto la guida di ingegneri e periti tecnici in grado di soddisfare ogni esigenza.

Per un sopralluogo o semplicemente una consulenza, contattate il  nostro ufficio commerciale:

0984.448018/446267

Galleria Fotografica

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com