Olii esausti

Vota questo articolo
(4 Voti)

Con questo termine si indicano sia gli oli di origine vegetale usati in cucina sia quelli di origine minerale/sintetica usati per motori e macchinari. Entrambi i tipi sono molto inquinanti se dispersi nell’ambiente: si infiltrano nel terreno e possono contaminare le falde. Un solo chilo d’olio, versato sulla superficie dell’acqua, forma una pellicola impermeabile, delle dimensioni di un campo da calcio, che impedisce la vita della flora e della fauna sottostante.

 

 

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEGLI OLI ESAUSTI

 

I due diversi tipi di oli possono essere raccolti in casa all’interno di contenitori (mai mescolarli!) e conferiti presso le isole ecologiche per essere successivamente trasformati, rigenerati e riutilizzati come olio motore o combustibili.

In molti dei comuni serviti è attivo il servizio di raccolta domiciliare, a scadenza periodica. Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata al comune interessato per visionare il calendario di raccolta.

Letto 2656 volte
Altro in questa categoria: « Imballaggi NON riciclabile »

Galleria Fotografica

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com