Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie

Ricerca & Sviluppo

Impegno quotidiano dedicato allo studio di nuove tecnologie

PROGETTO “BIOVALUE”

Advanced Membranes for biogas upgrading and high added value compounds recovery.

Bio-digester gas streams contain valuable products such as bio-methane and VFA whose recovery has important advantages for the environment protection, energy saving and waste valorization.
BIOVALUE focuses on the development of a membrane-based innovative process for the treatment of biogas produced by a real bio-digester. Advanced membrane units will valorize the biogas by
separating its various components, i.e., bio-methane, VFA, water, etc.
Membrane operations are nano-based key enabling technologies, based on advanced functional materials, capable to selectively separate small molecules. This confers to the membrane a specific functionality that, coupled to its configuration (very thin layer), leads to continuous separations operated in steady state.
BIOVALUE project will use membranes - advanced nano-structured functional materials - for driving environmental-friendly and little energivorous novel separation processes valorizing waste as required by circular economy dictates.

Partner 1:
Coordinator (P1): CNRITM - National Research Council - Institute on Membrane Technology

Partner 2:
Calabra Maceri e Servizi S.p.A.

Partner 3:
UNICAL - The University of Calabria

Partner 4:
Membrain s.r.o.

Partner 5:
UCT - University of Chemistry and Technology Prague

PROGETTO “WW GREEN FUEL”

Wet Waste to Green Fuel – Gassificazione rifiuti organici umidi con acqua supercritica per produzione di biometano – GNL

Il progetto ha come obiettivo lo sviluppo di un processo integrato di valorizzazione di matrici organiche (biomasse, rifiuti/reflui organici, fanghi) in biometano (CH4) liquido, al fine di incentivarne l’uso nel settore dei trasporti, nelle industrie e nelle reti isolate. A partire dalla consolidata tecnologia di digestione anaerobica per la produzione biometano, ottimizzata in base alle varie tipologie di substrato, saranno sviluppati moderni e integrati processi di purificazione e di compressione, ai fini della sua successiva liquefazione. In parallelo, nell’ottica della massimizzazione delle rese, saranno studiate tecniche di piro-gassificazione utili a valorizzare ulteriori matrici quali digestato e altri rifiuti organici (fanghi), allo scopo di generare un syngas con rapporto CO/H2 idoneo alla successiva trasformazione in biometano di sintesi. A tal riguardo, oltre alla valorizzazione per via termochimica delle biomasse, il progetto prevede come attività altamente innovativa la gassificazione in acqua supercritica delle matrici umide, e successivo upgrading catalitico del syngas. Lo sviluppo e la verifica sperimentale degli step di processo saranno svolti su prototipi in scala pilota o di laboratorio, opportunamente realizzati per gli scopi del progetto e integrati tra loro mediante interfacce di simulazione. Il processo si completerà con una fase di sviluppo e realizzazione dei processi di rettifica e liquefazione a GNL del biometano. Nella fase di Sviluppo Sperimentale (SS) si elaboreranno i dati ed i risultati ottenuti nella fase di RI, per il potenziale scale-up di impianti previsti in zone rurali o di transizione, con particolare visione alla modularità. La fase di SS comprenderà lo studio di fattibilità tecnico-economica e di sostenibilità sulle potenziali aree di applicazione del progetto, sia dal punto di vista dell’approvvigionamento delle materie organiche, che per l’impiego del biometano nei trasporti ed in campo energetico. La valorizzazione integrata dei rifiuti urbani organici con fanghi ed altre matrici umide di tipo agroindustriale favorirà l’innovazione di processo attraverso l’uso ottimale delle tecnologie già disponibili, accoppiate ad altre più innovative, rinnovabili e basso-emissive. Tale integrazione, raggiunta con lo sviluppo di tecniche ad alto livello tecnologico e di ricerca, produrrà numerosi e sostanziali impatti in termini di sostenibilità ambientale, economica e sociale.
 

PARTNER
Soggetto Proponente Acronimo Tipologia Sede Attività
Capofila: Consorzio DITNE
Soggetti attuatori: ENEA
CNR-ITAE Messina, Sicilia
Università della Calabria UNICAL Rende (CS), Calabria
Università di Bari UNIBA Organismo di ricerca Bari, Puglia
Politecnico di Torino POLITO Organismo di ricerca Torino, Piemonte
CALABRA MACERI e SERVIZI
TECHFEM Lamezia (VV), Calabria
SOL S.P.A. Salerno, Campania – Bari, Puglia – Catania, Sicilia – Caserta, Campania – Monza, Lombardia

PROGETTO FINANZIATO DAL POR CALABRIA FESR-FSE 2014-2020

CUP:J51B1900025005
Agevolazioni concesse dal progetto per la Calabra Maceri: 99.800,00 €

PROGETTO FINANZIATO dai Fondi PON R&I 2014-2020 e FSC “Avviso per la presentazione di Progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale nelle 12 aree di Specializzazione individuate dal PNR 2015-2020”

CUP: B25F21000860005
Agevolazioni concesse dal progetto per la Calabra Maceri: 606.600,00 €

Search